Standard

Standard ufficiale dello Spino degli Iblei

redatto da Gianni Vullo e approvato dall’E.N.C.I.

spino_iblei

ORIGINE: Italia.
UTILIZZAZIONE:
Cane guardiano utilizzato dai pastori siciliani dell’area iblea per la protezione
di greggi.
Classificazione F.C.I.: Gruppo 1 – Cani  da Pastore  e Bovari,  esclusi  Bovari  
Svizzeri.
Sezione 1 – Cani da gregge - Senza prova di lavoro.
BREVI CENNI STORICI: Il cane Spino degli Iblei è stato allevato fin da tempi
immemorabili nella Sicilia sud-orientale, precisamente nell’area attorno
all’altopiano dei Monti Iblei. Il criterio primario della sua selezione è sempre
stato ed è tuttora l’utilizzo di questo cane per la guardia e la difesa di 
greggi, cosicché i cani di oggi hanno conservato intatto il loro carattere.

Marengoni

Disegno dell’Esperto/Giudice Alberto Marengoni in base allo Standard ufficiale della razza

Official Standard of the Spino of Iblei

 

ASPETTO GENERALE: Cane di grande mole con la conformazione di un mesomorfo. Armonico
e vigoroso, con ossatura spessa e forte. Sin dal primo sguardo deve dare l’idea di
forza e rusticità. Non deve mai apparire tozzo. La lunghezza del tronco è
leggermente maggiore dell’altezza al garrese. Il dimorfismo sessuale è ben
pronunciato.
PROPORZIONI IMPORTANTI: 
La lunghezza della testa è all’incirca 4/10 dell’altezza al garrese.
La lunghezza del cranio è maggiore di quella del muso, all’incirca 3/2.
La larghezza del cranio è quasi equivalente alla sua lunghezza.
La lunghezza del corpo è leggermente maggiore dell’altezza al garrese.
L’altezza del torace è all’incirca 48% dell’altezza al garrese.
COMPORTAMENTO E CARATTERE:
Viene utilizzato per la protezione di greggi dagli attacchi di lupi, volpi e cani
rinselvatichiti. È abituato a vivere senza problemi in ambienti estremi nonostante
l’alimentazione molto povera che i pastori somministrano ai loro cani. Per questo
motivo è molto resistente alle comuni malattie. È un guardiano impavido ed
instancabile, fermo e incorruttibile difensore delle greggi a lui affidate, ma in
presenza del pastore/proprietario è portato a socializzare anche con gli estranei.
Dimostra spiccata capacità di adattamento a qualsiasi nuovo ambiente.
TESTA
La testa è larga e massiccia, in armonia col corpo. Vista dall’alto, ha la forma
di un tronco di cono dalla base larga. Le linee superiori del cranio e del muso sono
tra loro parallele.
REGIONE DEL CRANIO:
Il cranio ha una larghezza pressoché pari alla sua lunghezza. I profili laterale e
frontale del cranio sono solo leggermente convessi sicché il cranio non deve mai
sembrare rotondeggiante. Anche la fronte è solo leggermente arrotondata. Gli archi
sopraciliari sono marcati ma mai prominenti. La sutura metopica è appena accennata.
Stop: è evidente, mai sfuggente né eccessivamente marcato.
Muso: Leggermente più corto del cranio, ampio e alto alla radice, si assottiglia
leggermente verso il tartufo senza mai essere appuntito. Le sue facce laterali sono
pertanto solo leggermente convergenti. La canna nasale è rettilinea. Piena la regione
sottorbitale.
Tartufo: Grosso, con narici ben aperte. Nero per tutti i mantelli. Ammesso il
tartufo fegato nei mantelli bianco/fulvi.
Labbra: Moderatamente spesse e pigmentate di nero. Ammesse le labbra fegato nei
mantelli bianco/fulvi. A bocca chiusa le labbra superiori ricoprono il margine
superiore delle labbra inferiori senza mai oltrepassarlo. Commessura labiale poco
accentuata e sempre chiusa. Il profilo inferiore del muso è dato dalla mandibola.
Mascella/Denti: Larga e robusta. Denti grandi, bianchi e sani. Chiusura a forbice.
Tollerata la chiusura a tenaglia.
Guance: Moderatamente piene, con muscoli forti, ma mai prominenti.
Occhi: Di forma ovaleggiante, in posizione sub-frontale. Ben distanziati, non grandi
in rapporto al volume della testa e non sporgenti né infossati. Le palpebre sono
strettamente aderenti. Pigmentate di nero per tutti i mantelli. La pigmentazione
fegato è ammessa per i mantelli bianco/fulvi. L’iride varia dall’ocra al marrone. 
Lo sguardo è sospettoso, ma sicuro di sé.
Orecchie: Moderatamente larghe in rapporto al volume della testa. Inserite al di
sopra dell’arcata zigomatica. Sono naturali, pendenti, a forma di V con la punta
leggermente arrotondata.
COLLO: Di media lunghezza, forte e muscoloso, senza giogaia. Il suo profilo 
superiore è leggermente arcuato.
TRONCO: La lunghezza del corpo è leggermente maggiore dell’altezza al garrese.
Garrese: Leggermente rilevato rispetto al resto della linea dorsale, è lungo, largo
per la distanza tra loro delle punte delle scapole.
Dorso: Largo, muscoloso e solido, il suo profilo è rettilineo.
Lombi: Rotondi, ampi e muscolosi.
Groppa: Ampia e muscolosa, di moderata lunghezza, leggermente inclinata.
Torace: Disceso fin quasi a raggiungere i gomiti. Le coste sono cerchiate e oblique,
mai a botte, ben distanziate.
Ventre: Il profilo sterno-ventrale risale solo leggermente verso l’addome.
CODA: Grossa alla radice, va gradatamente affusolandosi verso la punta. Inserita
sul prolungamento della groppa. In stazione è portata bassa a sciabola, con la punta
che arriva almeno al garretto. Nell’eccitazione o in movimento è alzata a scimitarra
anche oltre la linea dorsale, ma mai arrotolata sul dorso. È ben guarnita di pelo
folto, senza frange.
ARTI ANTERIORI: Sono ben muscolosi e con ossatura molto forte. Visti dal davanti
sono dritti, paralleli e ben distanziati in congruenza con l’ampiezza del petto.
Spalla: Lunga, moderatamente inclinata e muscolosa.
Braccio: Lungo, ben saldato al tronco e fornito di buona muscolatura.
Gomiti: Aderenti al costato anche in movimento.
Avambraccio: Dritto, con forte ossatura.
Carpo: Forte, asciutto e di buono spessore. Non deve mai mostrare segni di debolezza.
Metacarpo: Relativamente lungo, di profilo si presenta solo leggermente obliquo.
Piede: Grande, di forma rotondeggiante, con dita sufficientemente serrate tra loro.
Unghie forti e scure.
Arti posteriori: Visti da dietro, gli arti posteriori sono dritti e paralleli.
Visti di lato sono ben angolati.
Coscia: Lunga, larga e muscolosa, con margine posteriore leggermente convesso.
Ginocchio: Fermo, senza rotazione interna o esterna. Perfettamente in appiombo
come l'intero arto posteriore.
Gamba: La base anatomica (tibia) è moderatamente lunga. Con ossatura forte e
muscolatura asciutta. Scanalatura gambale ben marcata.
Garretto: Forte, di buono spessore e fermo.
Metatarso: Robusto, asciutto e largo. Possono essere presenti speroni.
Piede: Come l’anteriore, ma più ovaleggiante.
Movimento: Passo sciolto con linea dorsale ferma e collo quasi orizzontale.
L’andatura naturale è il trotto allungato.
Pelle: Moderatamente spessa, aderente al corpo in ogni sua regione. Sulla faccia
la pelle è più sottile. Assenza di rughe.
MANTELLO
Pelo: Molto abbondante e leggermente arruffato sia sulla testa sia sul corpo. Sugli
arti il mantello è leggermente più corto. Tessitura dura. Il pelo lungo e spesso
sulla testa forma sopracciglia, baffi e barba. Anche la canna nasale deve essere ben
coperta di pelo.
Colore: 
- Bianco/Nero: bianco con pezzature nere più o meno estese. Il bianco deve essere
presente sui piedi, sul petto, sul muso e sulla punta della coda. In alcuni esemplari
il colore nero può trasformarsi in grigio. 
- Bianco/Fulvo: bianco con pezzature fulve di varie tonalità più o meno estese, ma
anche fulvo con obbligatorie macchie bianche sui piedi, sul petto, sulla testa e
sulla punta della coda. In alcuni esemplari il colore fulvo può trasformarsi in
avorio pallido.
- Bianco: unicolore bianco che non è mai bianco ghiaccio.
Statura al garrese: 
- Maschi: da 60 a 70 cm, con tolleranza di 2 cm oltre il limite massimo.
- Femmine: da 55 a 65 cm, con tolleranza di 2 cm oltre il limite massimo.
Peso: 
- Maschi: da 40 a 50 Kg.
- Femmine: da 35 a 45 Kg.
Difetti: 
Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata come difetto e la
severità con cui questo difetto sarà penalizzato deve essere proporzionata alla sua
gravità e alle ripercussioni sulla salute e sul benessere dell’animale.
- Sovrappeso o soggetto debole.
- Coda arrotolata o portata ad anello sul dorso.
- Mancanza di denti, tranne PM1.
- Altezza al garrese al di sotto del limite minimo.
Difetti gravi: 
- Depigmentazione totale o parziale. 
- Orecchie erette. 
- Pelo corto o liscio. 
- Vaccinismo. 
- Giogaia. 
- Assenza di macchie bianche nei punti obbligatori.
Difetti eliminatori: 
- Cane aggressivo o eccessivamente timido. 
- Enognatismo o prognatismo.
- Albinismo.
- Iride gazzuola.
- Strabismo.
- Entropion o ectropion.
- Mantello di colore diverso da quelli previsti.
N.B. I maschi devono avere entrambi i testicoli di aspetto normale e ben discesi
nello scroto.

separatore-arancio

Official Standard of the Spino of Iblei

compiled by Gianni Vullo and approved by E.N.C.I.

spino_iblei

ORIGIN: Italy.
UTILIZATION:
Guardian dog used by Sicilian shepherds for the protection of flocks in the
Hyblaean area.
F.C.I. Classification:    Group I – Sheepdogs and Cattle-dogs (except Swiss 
Cattle-dogs).
Section 1 – Sheepdogs. Without working trial.
BRIEF HISTORICAL SUMMARY: Since immemorial time the dog Spino of Iblei has been bred
in the South-eastern Sicily. Precisely in the area around the plateau of the 
Hyblaean Mountains. The primary criterion of breeding of this breed has always been
and still is the utilization of this dog for the guard and the defense of flocks,
for this reason today's dogs have preserved their temperament.

Marengoni

Drawing by FCI Judge Alberto Marengoni based on the official Breed Standard
GENERAL APPEARANCE: The Spino of Iblei is a big dog with the conformation of a
mesomorph. Harmonic and vigorous, with strong and big bone. Its appearance must show
power and rusticity. It should never look squat. The body length is slightly more 
than the height at the withers. Sexual dimorphism is well pronounced.
PROPORZIONI IMPORTANTI: 
The length of the head is about 4/10 of the height at the withers.
The length of the skull is greater than the lenght of the muzzle, approximately 3/2.
The width of the skull is almost equivalent to its length.
The body length is slightly greater than the height at the withers.
The depth of chest is around 48% of the height at the withers.
BEHAVIOUR AND TEMPERAMENT:
Its utilization is the protection of flocks from the attacks of wolves, foxes and
feral dogs. The Spino of Iblei is accustomed to live without suffering in extreme
areas in spite of the very poor diet that shepherds give their dogs. For this reason
it is very resistant to common diseases. It is a fearless and tireless guardian,
firm and incorruptible defender of flocks entrusted to it, but it tends to socialize 
with strangers when the shepherd/owner is with it. It is a perfect playmate for 
children towards whom it naturally assumes a docile and submissive behavior. It 
shows pronounced ability to adapt to any new environment.
HEAD
The head is wide and massive, in harmony with the general appearance. Viewed from
above, head is shaped like a truncated cone with wide base. Profile views are
parallel.
CRANIAL REGION:
The width of the skull is almost equivalent to its length. Upper and side profiles 
of the skull are only slightly convex, so the skull never appear excessively rounded. 
Also the forehead is only slightly rounded. The superciliary arches are marked but 
never prominent. The medio-frontal furrow is slightly marked.
Stop: The stop is evident, never elusive or marked.
FACIAL REGION
Muso: Slightly shorter than skull, wide and deep at the root, it thins slightly
towards the nose without ever been pointed. So the muzzle sides are slightly 
convergent. The upper profile of the muzzle is rectilinear. The suborbital region is
full.
Nose: Large, nostrils large. Black for all coat colors. Liver nose in fawn/white dogs
is admitted.
Lips: Slightly thick, and black pigmented. Liver lips in fawn/white dogs are admitted.
With closed mouth the upper lips cover the lower ones without overcome them. Slightly
marked and always closed lip corner. The lower lateral profile of the muzzle is 
defined by the lower jaw.
Jaws/Teeth: Strong jaws, well developed. Big, white and healthy teeth. Scissor bite.
Level bite is tolerated.
Cheeks: Moderately full, with strong but never prominent muscles.
Eyes: Oval in shape, eyes are in sub-frontal position. Well-spaced, not large in
relation to the size of the head and they are neither protruding nor deep set. Rims
are well adherent. Black pigmented for all coat colors. Liver pigmented in fawn/white
dogs is admitted. Iris color ranges from ocher to brown. The expression is suspicious
and confident.
Ears: Moderately large in relation to the size of the head. Set over the zygomatic
arch. Ears are natural, hanging, V-shaped with extremity slightly rounded.
NECK: Half-lenght, strong and muscled, without dewlap. Upper profile is moderately
arched.
BODY: Length of body is slightly more than height at the withers.
Withers: Slightly raised compared to the rest of the top-line, it is long, wide
because of the distance separating the shoulder blades.
Back: Large, muscled and solid, it is straight in profile.
Loins: Round, wide and muscled.
Croup: Wide and muscled, moderately long, slightly inclined.
Chest: Deep up to level of elbows. The ribs are sprung and oblique, never 
barrel-ribs, well-extended intercostal spaces.
Under-line: The sternum-ventral profile rises only slightly towards the belly.
TAIL: Thick at root, tapering gradually to the point. Set in the prolongation of the
croup. Tail is carried low saber shaped in normal stand, reaching below the level of
the hock. Scimitar shaped even over the back when alert or moving. Never rolled up
the back. Well furnished with dense hairs without fringes.
FOREQUARTERS: With powerful muscles and with strong bone. Viewed from the front
straight, parallel and, as a result of the broad chest, adequately far apart.
Shoulders: Long, slightly oblique and with powerful muscles.
Upper-arm: Long, set close to the body and furnished with powerful muscles.
Elbows: Fitting close to body even on the move.
Forearm: Straight, strong bone.
Carpus (Carpal-joint): Strong, clean and of good thickness. Never signs of weakness.
Metacarpus (Pastern): Long enough, seen in profile it is slightly oblique.
Feet: Large, roundish shape, well closed toes. Tough and dark nails.
HINDQUARTERS: Straight and parallel when seen from the behind. Seen from the 
side they are well angled.
Thigh: Long, wide and muscled, with back profile slightly convex.
Stifle (Knee): Firm, without internal or external rotation. Perfectly straight as
the whole hind limb.
Second thigh: The anatomical basis (tibia) is long enough. Strong bone and lean
muscles. Groove in the leg well marked.
Hock joint: Strong, very thick and firm.
Metatarsus (Rear pastern): Strong, clean and broad. May have dewclawsi.
Feet: Like the front, but more oval.
Gait/Movement: Smooth gait with firm top-line, and almost horizontal neck. The
preferred gait is the extended trot.
Skin: Moderately thick, tight to all parts of the body. On the face the skin is 
thinner. No wrinkles.
COAT
Hair: The coat is abundant and messy on the head and body, shaggy and slightly wavy.
On the limbs the coat is slightly shorter. Harsh texture. Thick and long coat on the
head forms eyebrows, moustache and beard. The nasal bridge shall be also well-covered
with hair.
Colour: 
- White & Black: white with black markings more or less extensive. White colour shall 
be on toes, chest, muzzle and tip of tail. In some dogs, the black colour can turn 
into grey. 
- White & Fawn: white with more or less light fawn markings more or less extensive.
White colour shall be on toes, chest, muzzle and tip of tail. In some dogs, the fawn
colour can turn into pale ivory.
- White: solid white that never is like ice.
Height at the withers: 
- Males: from 60 to 70 cm, tolerance of 2 cm over maximum height.
- Females: from 55 to 65 cm, tolerance of 2 cm over maximum height.
Weight: 
- Males from 40 to 50 Kg.
- Females from 35 to 45 Kg.
Defaults: 
Any departure from the foregoing points should be considered a fault and the 
seriousness with which the fault should be regarded should be in exact proportion 
to its degree and its effect upon the health and welfare of the doge.
- Overweight or weakness.
- Tail curled or carried in a ring.
- Absence of teeth, except PM1.
- The height at the withers down minimum height.
Severe faults: 
- Partial or total de-pigmantation. 
- Erect ears. 
- Short or straight haired. 
- Cow hocks. 
- Dewlap. 
- Absence of white markings in the mandatory points.
Disqualifying faults: 
- Aggressive or overly shy. 
- Overshot bite or undershot bite.
- Albinism.
- Blue eye.
- Strabism.
- Entropion or ectropion.
- Coat colour other than those provided.
N.B. Male animals should have two apparently normal testicles fully descended into 
the scrotum.

separatore-arancio